L’associazione “Amici dei bambini e delle mamme di Makoua” non ha fini di lucro, è libera, apolitica, a­partitica, favorisce lo scambio culturale con diverse regioni dell’Africa e costruisce ponti di solidarietà.

Una breve storia:

L'Associazione nasce nel 2000 da una progetto di Padre Arcangelo Zucchi, che durante gli anni 90 era responsabile della COMPI (Conferenza del Ministri Provinciali). Durante uno dei suoi numerosi viaggi in Africa, Padre Arcangelo conosce un villaggio della foresta congolese, Makoua, travagliato dalla guerra civile e in cui la mortalità infantile per fame e malaria e la mortalità delle donne per parto era altissima. Con l'aiuto dei Frati Francescani, con la collaborazione dell'Antoniano (Zecchino d'oro) e di tanti amici, Padre Arcangelo costruisce l'ospedale pedriatico "Mariele Ventre".

Nel 2000 nasce l'Associazione "AMICI DEI BAMBINI E DELLE MAMME DI MAKOUA".

Interventi effettuati dall'Associazione nella Repubblica del Congo:

a Makoua

-aiuti cospicui all'Ospedale Civile

-costruzione della "Casa del Volontari"

-messa in funzione di una sorgente abbandonata -acquisto di macchinari per la fabbrica di mattoni per dare lavoro a ragazzi


a Brazzaville

-collaborazione con 5 Orfanotrofi per il sostegno di 300 bambini nell'alimentazione, sanità e scolarizzazione (in seguito a precise richieste).


Nel 2003 si affitta una grande casa a Brazzaville per dare alloggio ai Volontari che hanno il compito di collaborare alla gestione degli Istituti: sono 100 fino ad oggi i Volontari che hanno dato il loro contributo.

Sempre nel 2003, una suora che opera a Bangui, (Repubblica Centro Africana) scrive all'Associazione, chiedendo aiuto per le migliaia di profughi del Ruanda che cercano rifugio a Bangui, che sarà coinvolta di lì a poco nella guerra civile.

Padre Arcangelo e l'Associazione aderiscono immediatamente con il "PROGETTO SPERANZA" per le adozioni a distanza, progetto che Padre Arcangelo aveva creato nel 1998 per pochi bambini. Oggi si contano a Bangui 4 Istituti che ricevono da noi aiuti per il sostentamento e l'istruzione di 250 bambini.

Nell'agosto 2005, poco prima della partenza per l'Africa, Padre Arcangelo viene colpito da una grave malattia.

"Il CAPO", come noi simpaticamente chiamiamo Padre Arcangelo in Consiglio, non può più essere alla guida della nostra Associazione: un Capo insostituibile per il grande AMORE che lo circonda, per la sua grande prontezza nel prendere decisioni difficili, per tutto il tempo che dedicava ai progetti. Nei momenti difficili Padre Arcangelo diceva sempre:" I BAMBINI SONO LA COSA PIU' IMPORTANTE!!!"

E il Consiglio continua il lavoro…perché

“La povertà è la culla della disperazione in cui molti bambini si stanno addormentando per non svegliarsi più. L'adozione a distanza è il nostro bacio affinché i loro sogni abbiano speranza."

Piazza Sant’Angelo, 2
20121 Milano
Tel./Fax 02 29 00 12 73
E-mail:

info@makoua.it

http://www.makoua.it


Lettera Presidente "Progetto Speranza" 5 Dicembre 2008

Carissimi sostenitori del "Progetto Speranza"
Un anno fa mi presentavo a Voi in qualità di nuovo Presidente dell’Associazione “Amici dei bambini e delle mamme di Makoua” e Vi invitavo a mantenere vivo il Vostro interesse per le sorti dei bambini africani che abbiamo aiutato e stiamo aiutando.
Devo ringraziarVi poiché è con gioia che posso comunicarVi che il nostro impegno non è diminuito e che siamo riusciti a garantire l’aiuto a tutti i piccoli che hanno rappresentato, in terra d’Africa, il nostro prossimo e che abbiamo pertanto amato, con il Vostro aiuto.
Abbiamo dato risposta a molte delle richieste che Vi dicevo di aver portato con me dall’Africa:
* alcuni ex ragazzi di strada di Padre Adolfo vengono ospitati nella nostra casa di Brazzaville e seguiti direttamente nel loro percorso di reinserimento dalla nostra Volontaria Responsabile:
* il Reparto Pediatrico dei Bambini Malnutriti dell'ospedale Makelekelè vive grazie al sostegno dell’Associazione, che fornisce il latte per l’alimentazione post-ricovero dei bambini.

Inoltre, quest’anno, nella Repubblica Centrafricana, a Bangui e nella Repubblica del Congo, a Brazzaville, l’Associazione è stata in grado – fra l’altro - di:
* garantire l’istruzione scolastica a più di 380 bambini,
* contribuire all’alimentazione e le cure sanitarie a più di 350 bambini,
* fornire il trasporto scolastico a circa 130 bambini e sostenere la formazione professionale di 4 ragazzi,
* contribuire alle spese di 5 centri di accoglienza.

Un aiuto prezioso ci viene garantito dalla nostra Volontaria Responsabile in Congo, Donata - terziaria francescana - che segue con dedizione e competenza ogni aspetto del nostro operato, dalla gestione degli aiuti agli orfanotrofi e all’ospedale alla cura del percorso di reinserimento degli ex ragazzi di strada, mantenendoci in costante contatto con ciò che avviene laggiù.

Questi aiuti, in un momento in cui la crisi economica si riverbera in modo tristemente doloroso sui più deboli, potrebbero essere incrementati: sarebbe anzi auspicabile poter sviluppare altri interventi a favore della popolazione africana.

Sono sicuro che Padre Arcangelo vorrebbe ricordarVi con me che “La povertà è la culla della disperazione in cui molti bambini si stanno addormentando per non svegliarsi più. L’adozione a distanza è il nostro bacio affinché i loro sogni abbiano speranza”.

Mentre Vi porgo gli auguri da parte di tutto il Consiglio, Vi chiedo di ricordare nelle Vostre preghiere Padre Arcangelo.

BUON NATALE E TANTA SERENITA' per le Vostre famiglie e per i Vostri amici!

Carlo Avveduto