news



RENDICONTO SITUAZIONE LOCALE DICEMBRE 2013 

ORFANOTROFI


YAMBA NGAI:

Nome del responsabile Suor Virginie OLENDO

n. bambini complessivi: 33

n. dei bambini che frequentano la scuola: 22

situazione igienica: Ottima

pulizia locali dell’orfanotrofio: Ottima

situazione sanitaria: Nulla da segnalare. I bambini godono di ottima salute e vengono curati dal Dott. BOBILI che è da tempo il medico di fiducia del Centro.

condizione dei bambini: I bambini e ragazzi di questo Centro vengono seguiti a dovere e stanno bene.

profitto scolastico: I bambini e ragazzi sono impegnati in questo periodo a sostenere la verifica del primo trimestre che terminerà il 20 Dicembre 2013, poi le scuole resteranno chiuse per le festività di Natale e fine anno, riapriranno il 7 gennaio 2014.

varie eventuali: in generale tutto procede bene in questo centro, l’unica nostra difficoltà è talvolta la collaborazione della responsabile che si mostra spesso non disponibile e ci consegna in ritardo il rapporto mensile



COEUR IMMACULE DE MARIE:

Nome del responsabile Adrien MISSIRI

n. bambini complessivi:49

n. dei bambini che frequentano la scuola: 44

Pulizia locali dell’orfanotrofio: con l’aiuto di alcuni volontari sono stati ridipinti tutti i locali e applicate le zanzariere alle finestre di tutto l’orfanotrofio.

Hanno anche deciso di piastrellare tutta la cucina. Ora i locali hanno un aspetto pulito e i bambini stanno imparando a tenere pulite le loro stanze e il Centro.

situazione igienica: stiamo seguendo un programma di educazione all’igiene personale, seguendo costantemente i bambini, in modo particolare i più piccoli.

situazione sanitaria e progetto psico-pedagogico CLAUDINE: Grazie al lavoro svolto dal Dott.BOBILI continuiamo a vegliare sulla salute di questi bambini e ragazzini. Hanno anche imparato a segnalare a me e al Dott BOBILI le loro problematiche sanitarie pur piccole che siano.

Un altro elemento fondamentale per i bambini è Claudine: i bambini comunicano molto con lei e le raccontano le loro preoccupazioni anche di salute, questo aiuta me a conoscere ancor di più i loro bisogni e al Dott Bobili di curarli. Alcuni di loro, i più grandi, sono diventati autonomi e quando sono malati vengono all’ambulatorio di Rue Dolisie da soli. Questo significa che hanno capito che la salute è importante e non va trascurata. Tra l’altro sono i più grandi, con cui ho un ottimo rapporto, a comunicarmi i problemi di salute dei più piccoli. Questa è una bella conquista per me e per il Dott. BOBILI...

Inoltre, Katie TONDOU-DIACK, grazie al nostro aiuto, è stata operata ai gangli. Dall’analisi sono risultati tubercolotici e Katie ha ripreso la terapia anti-tubercolosi. A fine Gennaio 2014 sarà sottoposta ad un controllo medico che valuterà l’evoluzione della malattia e si deciderà se dovrà continuare il trattamento. Per ora Katie sta bene e gode di buona salute.

Inoltre, dopo le festività natalizie programmeremo le vaccinazioni di tutti i bambini e ragazzini di questo Centro, di cui avete deciso di sostenerne la spesa.

condizione dei bambini: Tutti i bambini e ragazzini del Centro in seguito all’inserimento del programma Psico-pedagogico di Claudine, svolgono attività educative, sono sostenuti psicologicamente e aiutati anche nello svolgimento dei compiti scolastici. I bambini hanno accolto positivamente questa presenza che è divenuta per loro un’amica e confidente.

profitto scolastico: I bambini si recano a scuola regolarmente e con l’aiuto di Claudine recuperano le loro lacune e Claudine mi ha proposto di aggiungere al suo programma di lavoro un terzo giorno di attività che potrebbe essere il lunedì.

varie eventuali : vi segnalo che Beni TONDOU-DIACK, sorella maggiore di Katie, vive da qualche mese a Pointe Noire presso degli zii materni, ma viene comunque sostenuta, infatti grazie al nostro contributo continua a frequentare la scuola anche a Pointe Noire.



LA BONNE SEMENCE:

Nome del responsabile Marie Lourdes OUMBA NKOUKA

n. bambini complessivi: 45

n. dei bambini che frequentano la scuola: 27

Pulizia locali dell’orfanotrofio: Il Centro è più ordinato e pulito rispetto al passato. Marie Lourdes ha integrato nel suo Centro tre ragazze che aspirano a diventare religiose e vogliono dedicarsi al servizio dei bambini più bisognosi. Inoltre Marie Lourdes viene aiutata di tanto in tanto da uomini e donne di buona volontà, appartenenti ad una parrocchia di Kinsoundi’, che aiutano il Centro ed educano i bambini all’ordine e alla pulizia.

Situazione igienica: Come citato sopra, si lavora per mantenere un livello d’igiene costante nel Centro.

situazione sanitaria: I bambini e ragazzini sono seguiti costantemente dal Dott. BOBILI. L’unica difficoltà che incontriamo è talvolta la mancanza di comunicazione tempestiva da parte di Marie Lourdes che qualche volta valuta da sola la gravità del malessere dei suoi bambini e noi ci ritroviamo ad intervenire in ritardo. Ci siamo ritrovati a intervenire con urgenza per il caso del piccolo Beni di circa 7 mesi, di cui la responsabile non ci aveva segnalato la sua accoglienza e il suo stato di salute. Quando ho visto Il bambino ho deciso di ricoverarlo in ospedale e, con la collaborazione di Dott. BOBILI e del pediatra del Makélékélé, Beni ha riacquistato la salute e da ieri 30 Dicembre 2013 è ritornato a vivere a casa dei suoi nonni che hanno finalmente ritrovato il piccolo che era stato abbandonato dalla sua mamma, che ha problemi psichici.

Altro caso che stiamo seguendo in questi giorni é Daniel, un neonato ritrovato nella foresta, abbandonato dalla sua mamma dopo essere stata sorpresa da un militare intenta a ferire il piccolo con una lametta, pare che la donna sia affetta da problemi mentali.

Daniel era in uno stato di malnutrizione grave, abbiamo subito provveduto a portarlo d’urgenza in ospedale e subito è stato ricoverato in rianimazione. Purtroppo Daniel non ce l’ha fatta ed è volato in cielo.

Si è dovuto organizzare il funerale ed è stato richiesto alla responsabile 50.000 frcfa. Dopo aver a lungo discusso il costo (qui si discute anche per i funerali, proprio come si fa ai mercati di frutta e verdura) Marie Lourdes mi ha chiesto di poterla aiutare a pagare il funerale del piccolo David affinché si potesse svolgere il più presto possibile. Ho quindi preso la decisione di consegnare a Marie Lourdes i 50.000 frcfa e il funerale e la sepoltura si sono svolti in modo semplice e discreto.

Inoltre, a breve programmeremo le vaccinazioni di tutti i bambini di cui avete deciso di sostenerne la spesa.

condizione dei bambini: In generale i bambini stanno bene, sempre capaci di superare ogni piccola e grande difficoltà con un bel sorriso.

profitto scolastico: I bambini frequentano regolarmente la scuola. Sono a casa per le vacanze di Natale e Capodanno e rientreranno il 7 Gennaio 2014.

varie eventuali: Con l’aiuto della nostra associazione i bambini saranno registrati al Tribunale dei minori e potranno usufruire della protezione legale. Questo è uno dei più bei regali che la nostra associazione potesse dare a questi bambini per un nuovo anno e per una nuova vita riconosciuta anche dalla legge. Grazie a tutti voi!



BETHANIE:

Nome del responsabile: Suor Angelique NSOUNDA

n. bambini complessivi: 49

n. dei bambini che frequentano la scuola: 20

Pulizia locali dell’orfanotrofio: l’orfanotrofio è molto pulito come da sempre.

situazione igienica: Niente da segnalare

situazione sanitaria: Come più volte vi è stato segnalato, sono sempre di più i bambini che vengono accolti in questo Centro e per per la maggior parte sono piccoli e portatori di malattie più o meno gravi.

Suor Angelique è aiutata oltre che dalla nostra associazione anche da alcuni benefattori.

condizione dei bambini: Niente da segnalare

profitto scolastico: I bambini frequentano regolarmente la scuola e quest’anno la responsabile ha potuto pagare la scuola per l’anno 2013/2014 grazie al nostro contributo. I più piccini frequentano la scuola materna nel Centro e in questo periodo natalizio sono in vacanza, riprenderanno le lezioni il 7 Gennaio 2014.

varie eventuali: Niente da segnalare



FOYER NAZARETH

Nome del responsabile: Suor Elise VOUAKOUANITOU

n. bambini complessivi: 27

n. dei bambini che frequentano la scuola: 24

Pulizia locali dell’orfanotrofio: La casa è sempre pulitissima e in perfetto ordine.

situazione igienica: Niente da segnalare

situazione sanitaria: Tutti i bambini e ragazzini godono di buona salute, vengono seguiti in modo eccellente da Suor Elise che è sempre attenta nel segnalarci tempestivamente i casi di malattia presenti nel suo centro. Da qualche mese è accolta nel suo Centro Hélène NZOUMBA che ora gode di ottima salute e alla quale abbiamo provveduto a farle fare un altro paio di scarpe speciali.

Anche OWARIKA Grace ha riacquistato la salute ed è cresciuta molto. Era affetta da pleurite ai polmoni, la ragazza è stata costantemente seguita dal Dott.BOBILI sino alla sua completa guarigione.

condizione dei bambini: Ottima

profitto scolastico: I bambini frequentano regolarmente la scuola. Tutti i bambini e ragazzine sono a casa per le vacanze di Natale e di capodanno e rientrano il 7 gennaio 2014.



Progetto lavoro “FABBRICAZIONE DEL SAPONE ARTIGIANALE”: (Alla fine dello scorso anno, il Consiglio ha concesso a questo Centro un credito di € 5000,00 per l’acquisto di una macchina per fabbricare il sapone, avviando un processo verso l’autonomia e dando una possibilità di lavoro ai ragazzi più grandi)

Suor Elise frequenta il corso di formazione per imparare ad utilizzare la macchina per la produzione del sapone e ha già cominciato a vendere ai negozi del suo quartiere i saponi che produce durante il corso. Al termine del corso il macchinario verrà trasportato al suo Centro e lì potrà istruire le ragazzine più grandi e inizierà la produzione e vendita vera e propria.

Suor Elise ringrazia l’Associazione per aver sostenuto il suo progetto “produzione di sapone artigianale” che entusiasma tutti i suoi bambini e ragazzini che si dicono pronti a lavorare per aiutare Suor Elise che è un punto di riferimento e esempio per tutti loro. E’ molto bello poter vedere come possa esistere un legame così forte tra bambini che si sono ritrovati a vivere in un orfanotrofio: sono pian piano divenuti fratelli e sorelle e Suor Elise, una madre che non è la loro, è divenuta più importante della loro mamma biologica.

Inoltre: Suor Elise mi ha chiesto di poterla aiutare a registrare al Tribunale dei minori 9 delle sue bambine. Come per gli altri bambini, la registrazione per ogni bambino è di10.000 frcfa per un totale di 90.000 frcfa. Vi chiedo la possibilità di poter sostenere la spesa.


NOTRE DAME DE LA DIVINE MISERICORDE :


Nome del responsabile: Suor Augustine BABINGUI MIEKOUNTIMA

n. bambini complessivi: 34

n. dei bambini che frequentano la scuola: 32

Pulizia locali dell’orfanotrofio: Niente da segnalare.

situazione igienica: Niente da segnalare

situazione sanitaria: condizione dei bambini: Ottimo

profitto scolastico: I bambini frequentano regolarmente la scuola. Tutti i bambini e ragazzine sono rimasti a casa per le vacanze di Natale e di capodanno e rientrano il 7 gennaio 2014.

varie eventuali: Suor Augustine ringrazia l’associazione per aver accettato di sostenere la spesa per registrare i 5 bambini al Tribunale dei minori.



CENTRO VILLAGE D’ENFANTS CARDINAL EMIL BIYANDA ( Didié):

Nome del responsabile: Didié MAYEMBO

n. bambini complessivi: 33

n. dei bambini che frequentano la scuola: 30

Pulizia locali dell’orfanotrofio: Il Centro è pulito e in ordine.

situazione igienica: Niente da segnalare. Per le festività di Natale, Didié ha ridipinto tutti i muri interni della casa con la calce bianca e ha riorganizzato il salone.

situazione sanitaria: I bambini godono di buona salute, anche se ci sono alcuni di loro che sono più magrolini degli altri.

Da qualche tempo abbiamo scoperto che NKOBECE Gouchelle soffre di epilessia e, grazie al Dott BOBILI e ad un suo collega neurologo, alla ragazza è stata prescritta una terapia che le permette di non avere crisi epilettiche. Gouchelle non sapeva di essere ammalata: è stato Didier a notare che la ragazza di tanto in tanto restava bloccata come ipnotizzata e dopo alcuni secondi riprendeva a svolgere l’attività intrapresa. Didier ha segnalato il problema al Dott BOBILI che ha contattato il suo collega e il caso è stato monitorato e trattato.

condizione dei bambini: I bambini vivono in ottime condizioni, vivono nella natura lontani dal chiasso e dallo smog del centro città. Da quando si sono trasferiti nella nuova casa, grazie all’aiuto della nostra Associazione, sono super gioiosi e sereni, giocano e si divertono a inseguire le galline che papà Didier alleva. Hanno ricevuto tanti doni per Natale: dei letti a castello, materassi e lenzuola da alcune signore francesi che ho conosciuto. Ho portato a questo Centro un frigo-congelatore donatomi generosamente da una Signora spagnola che viveva qui a Brazzaville e che lavorava per “ l’EUROPA UNITA”.

I bambini e anche i Responsabili hanno ringraziato la nostra associazione per tutto quello che gli doniamo e ringraziano anche per l’aiuto economico per le registrazioni al Tribunale dei minori e per aver deciso di sostenere i loro progetti lavoro.

profitto scolastico: I bambini e ragazzini frequentano regolarmente. Sono rimasti a casa per le vacanze di Natale e rientrano il 7 Gennaio 2014. Alcuni di loro hanno sostenuto un compito in classe di verifica prima di Natale e i voti saranno esposti al loro rientro scolastico. Anche durante le vacanze i bambini studiano molto, sempre seguiti da Didier e Mireille.



Progetto lavoro “SARTORIA E AGRICOLTURA”: (Alla fine dello scorso anno, il Consiglio ha deliberato di concedere un prestito di € 5000,00 per 2 Progetti: Sartoria gestita da Mirelle, la mamma di casa e Progetto Agricolo gestito da Papà Didier, per iniziare un cammino verso l’autonomia e dare un lavoro ai ragazzi più grandi. )

Ora nel Centro tutto è in fermento: Didier e Mireille stanno effettuando gli acquisti per i loro progetti e con loro i ragazzi e le ragazzine più grandi hanno iniziato a lavorare. In questo periodo di vacanza dalla scuola, i ragazzi hanno aiutato Didier a seminare e le ragazzine come ad esempio Gouchelle e Anne Divine hanno cucito con Mireille tanti abiti per le feste di Natale.

Mireille ha molte clienti e con facilità riesce a vendere tutto cio’ che confeziona. Con il guadagno acquista pian piano i tessuti e anche le scarpe. Regolarmente si reca a Pointe Noire per acquistare scarpe e borse e i tessuti per la sartoria. Questo le permette di vendere non solo i vestiti confezionati da lei e le ragazze, ma di vendere le scarpe e la borsa da abbinare all’abito....un’IDEA SUPER VINCENTE!

Le clienti pagano a rate, Mireille ha stabilito il modo e il tempo di restituzione del debito. Pare che funzioni e le clienti sono soddisfatte del lavoro di Mireille.

Didier ha seminato e attende che le piogge terminino per continuare la semina e raccogliere i frutti. Ha iniziato a raccogliere alcune verdure: melanzane e i piccoli cocomeri da insalata.

Tutto procede bene e tutti sperano di ottenere risultati duraturi che possano dare a questo Centro l’autonomia.



CENTRO NDAKO YA BANDEKO:

Continua la nostra collaborazione con Padre Adolfo e il forte legame che esiste tra me e i ragazzi di Ndako. Anche quest’anno la nostra Associazione ha deciso di sostenere questo centro e Padre Adolfo grazie al nostro contributo ha potuto pagare la scuola dei ragazzi per tutto l’anno 2013/2014. Questo nostro prezioso aiuto contribuisce alla buona crescita di questi bambini e ragazzi che cercano di riscattarsi dopo tanta sofferenza vissuta per strada per motivi diversi.

A fine dell’anno 2012/2013, due dei ragazzi più grandi del centro hanno sostenuto l’esame e conseguito il Diploma Professionale di Saldatore alla scuola di Arti e mestieri Don Bosco, altri sono stati promossi all’esame BEPC (licenza media) e altri hanno ottenuto il Diploma di Stato.

Alcuni hanno intrapreso un periodo di apprendistato come meccanico, muratore, falegname, piastrellista, fabbro.

Christ Navale, che in passato ha vissuto in casa Dolisie, lavora per un’agenzia privata di vigilanza notturna e con fierezza indossa la sua divisa, Christ Ekoulà, anche lui accolto in passato in casa Dolisie, fa il cuoco alla scuola militare, Charles studia come cuoco e lavora già in un Hotel come aiuto cuoco, Glody, anche lui ospite in casa Dolisie, ha iniziato a lavorare come piastrellista e continua a studiare.

Altri ragazzi del Centro studiano e lavorano in casa ed è una gioia restare accanto a loro.



PROGETTO NDAKO YA BANDEKO- MOUNGALI (Casa Dolisie, 53) : Casa Rue Dolisie ha accolto nel 2013 diversi ragazzi, inizialmente Glody, Charles, Guegue e Christ, tutti studenti. Alla fine dell’anno scolastico Christ e Glody hanno trovato lavoro e attualmente vivono fuori dal Centro.

Poi è stato accolto l’amatissimo André che ci ha preceduti nel Regno Dei Cieli e che ha lasciato un vuoto incolmabile nei nostri cuori, nel mio cuore.....

Nel periodo Giugno, Luglio e Agosto sono stati accolti altri due ragazzi di Ndako ya Bandeko, Tresor e Chidé perchè hanno svolto lo stage di fine corso in alcune imprese private in città.

Attualmente ci sono Charles che frequenta la scuola di formazione professionale come Cuoco e Guegue che frequenta l’università. Pian piano siamo riusciti ad instaurare un buon rapporto di confidenza e rispetto. La sofferenza André è diventata anche la nostra e tante barriere sono crollate. Abbiamo affrontato momenti duri, in silenzio dinanzi a tanto dolore e sempre sorpresi di fronte al gran sorriso di André.

André ha trasformato la mia vita come quella di ogni ragazzo che lo ha assistito in ospedale, ora ci sentiamo in dovere di vivere al meglio anche per André.

In tutto il periodo di malattia di André, tramite telefono o qualche volta per e-mail, sono rimasta in contatto con la Dottoressa Elena di Milano che mi ha sempre aiutato a comprendere meglio cio’ che stava accadendo dandomi consigli e sostenendomi a distanza.

Dopo Natale la Dottoressa mi ha scritto un messaggio significativo.

La lettera della Dottoressa mi ha ancora una volta incoraggiato a non mollare e a continuare la mia “missione” tutta dedita ai piccoli del mondo...che puo’ essere stimolo per altre persone ad impegnarsi a loro volta nel dare speranza a chi non ne ha, come è accaduto per la Dott.sa Elena che ha deciso di dedicarsi non solo ai malati terminali adulti, di cui si occupava fino ad ora, ma anche dei bambini malati terminali, impegno che aveva rifiutato finora, come molti suoi colleghi, perché esperienza troppo dura.

André ha molto seminato e ora iniziamo a raccogliere i frutti del suo Amare nel Dolore. Grazie André!



CASA MAKOUA: (di proprietà dell’Associazione e concessa in comodato d’uso gratuito ai Frati Francescani dal 2011)

Attualmente sono presenti Fra Italo, Padre Kim, Fra Beni e da qualche mese anche Luigi, un giovane italiano, che presto diventerà frate. Padre Loris è rientrato in Italia ed è tornato a vivere nella sua Sicilia. Fra Italo e gli altri frati proseguono la loro missione di evangelizzazione a Makoua e proseguono la loro attività agricola e di falegnameria. Fra Italo mi ha informato che ha fatto ripristinare il pozzo d’acqua sorgiva della casa e si occupa della manutenzione di tutta la casa, pannelli solari, impianto elettrico e tutto il resto. Mi ha anche informato che attualmente la corrente elettrica di Makoua è più stabile e la luce manca raramente, un buon traguardo per Makoua!



MAMAN KATO’
: Maman kato’ continua il suo lavoro a casa Dolisie. In questo anno ha restituito tutto il suo debito per il prestito concessogli dalla nostra Associazione per l’acquisto di mattoni per la sistemazione della sua casa.

Progetto “L’AMBULATORIO DEI BAMBINI” Rue Dolisie

L’ambulatorio è aperto come da programma due volte a settimana e quando c’è un’ urgenza anche più. Il Dott BOBILI segue a dovere tutti i Centri previsti dal programma: si reca nei Centri quando si presenta la necessità e quando i bambini malati non possono raggiungere l’ambulatorio nei giorni previsti. Abbiamo ottenuto dei buoni risultati. Un grande successo è stato quello del caso di Hélène: è stata seguita passo dopo passo dal Dott. BOBILI

Il Dott. BOBILI comunica costantemente con i responsabili dei Centri e ha un buon rapporto tutti i bambini ed è sempre reperibile sia di giorno che di notte per le urgenze.

La visita medica periodica diventa festa e momento di gioco e svago per tutti i bambini, con un momento di ricreazione con biscotti e succhi di frutta e il pensiero di essere dal medico non fa più paura. Con un gran sorriso vengono accolti dal medico e da me che fungo da segretaria e da clown e quando i bambini entrano nell’ambulatorio sono sempre rapiti dai disegni dipinti sui muri e anche la puntura non fa più male. Finita la visita e mangiati i biscotti i bambini rientrano nei loro Centri felici di aver trascorso un giorno diverso e andare dal medico diventa UN GIORNO SPECIALE da ripetere ancora! Infatti tutti i bambini attendono con ansia la visita medica e ogni volta che mi reco da loro mi presentano i loro problemi di salute, anche talvolta finti, solo per avere il motivo per venire a casa Dolisie dal medico per far festa e la malattia scompare e un bel sorriso sboccia sui loro visi doloranti.

Sono davvero fiera di questo progetto


CASO EPHRAIM: Ephraim cresce in salute anche se i suoi occhi non possono vedere tutto cio’ che lo circonda. Ora Ephraim ha 3 anni, festeggiati il 17 Novembre e per l’occasione gli ho regalato una macchinina sonora che lo fa tanto ridere.E’ molto amato dai suoi genitori e la sua mamma rappresenta i suoi occhi, la sua vita. Attualmente continuano a vivere nella casa di cui l’associazione paga l’affitto.



SARAH: Sarah cresce in salute e continua a frequentare la scuola per non vedenti. Da qualche mese Sarah e sua madre Josephine non vivono più nel quartiere di kinsoundi’ e si sono trasferite nel quartiere di Bakongo in casa di un conoscente di maman Josephine. Inizialmente Josephine lavorava come donna delle pulizie in casa di questo suo conoscente, in seguito la donna ha deciso di convivere con lui e di formare una nuova famiglia. L’uomo in questione ha due bambine di 6 anni e 8 anni, abbandonate dalla loro mamma ed è l’unico in tutta Brazzaville a saper trascrivere i testi in Brail (scrittura per i ciechi) per gli studenti non vedenti. L’uomo ha ben accolto Sarah e tra le bambine si è instaurato un bellissimo rapporto di affetto. Sarah è cresciuta molto, è in salute e cerca di adattarsi a questa nuova situazione, riesce a spostarsi nel quartiere con le sue sorelline che le fanno da guida. Sarah ha un cuore grande e come sempre sorveglia sua madre e tante volte le chiede di insegnargli a cucinare e a spazzare per essere ancora più autonoma. Sarah saluta e ricorda sempre con grande affetto Carlo e Tullio che sono rimasti impressi nel suo cuore.



Micro-Credito Jean-Marie BONIFACE: Il Signor Jean-Marie Boniface, che aveva ottenuto dalla nostra associazione un secondo prestito per ampliare il suo commercio di vendita di pesce e carne, ha incontrato alcune difficoltà. E’ venuto a trovarmi a casa Dolisie scusandosi del ritardo e chiede di aver pazienza poiché appena possibile ci rimborserà il prestito. Vi terro’ al corrente.


Micro-credito Marie Lourdes del centro La Bonne Semence: Marie Lourdes paga regolarmente le rate di rimborso per il prestito che gli è stato concesso per avviare una attività agricola che le permette di vendere i frutti del suo terreno e utilizzarne una parte per nutrire i suoi bambini. Mancano 3 rate per saldare il debito.

Vaccinazioni bambini dei vari centri: Ho ricevuto la somma per le vaccinazioni dei bambini dei vari Centri. Il pediatra Dott. Regis dell’ospedale Makélékélé con l’aiuto del nostro Dott. Bobili vaccinerà tutti i bambini e i ragazzini.

Registrazione bambini al Tribunale dei minori: Vi ringrazio a nome di tutti i Centri che avete scelto di aiutare a registrare i loro bambini al tribunale dei minori. Ho consegnato ai responsabili del Centro La Bonne Semence, Village d’enfants Cardinal E. B. e Notre Dame de la Divine Misericorde il contributo per pagare la registrazione dei bambini e attualmente sono impegnati a trascrivere la storia di ogni bambino che verrà messa agli atti dal Giudice e in seguito verranno registrati.

Come già vi ho segnalato sopra, anche Suor Elise chiede di poter essere aiutata a registrare 9 delle sue bambini accolte nel suo centro. Fatemi sapere.

Viaggio in Italia: Quando rientrerò in italia, Guegue e Charles resteranno a vivere in casa Dolisie poiché studiano in città ed è meglio lasciare qualcuno in casa per scoraggiare ipotetici ladri. Maman Kato’ non lavorerà in quel periodo e ricomincerà al mio ritorno a Brazzaville. Il Dott. BOBILI continuerà a svolgere il suo lavoro senza problemi, ha le chiavi del portone di casa e della porta dell’ambulatorio. Claudine continuerà il suo programma nel centro Coeur Immaculé de Marie e la contattero’ telefonicamente. Per quanto riguarda le visite ai centri, se ne occuperà Jonathan ma vi chiedo di inviare già il bonifico per le spese di Febbraio e di Marzo. Mi terro’ in stretto contatto con Jonathan e nei casi di bisogno contatterò Padre Adolfo.


In conclusione tengo a segnalavi che il nostro Congo vive un momento molto delicato: è in scadenza il mandato del Presidente Denis SASSOU N’GUESSO. Il clima è surriscaldato, il Presidente sta cercando di eliminare eventuali candidati perché, se non fosse rieletto, sarebbe processato con l’accusa di aver procurato la morte di migliaia di persone durante le ultime guerre vissute negli anni 1995-1997-1998. Pare che tantissime persone siano state chiuse in un container e gettate al fiume.... inoltre è in attesa di giudizio anche in Francia. Per non rischiare arresta persone che potrebbero rivelare delle verità. SASSOU è un criminale ben vestito ed ora siamo alla resa dei conti.

Prima di Natale ci siamo ritrovati a vivere un momento di grande paura. Il Colonello TSOUROU non si arrendeva alle forze armate. E’ accusato di aver provocato l’esplosione del 4 Marzo e ad aver partecipato alla scomparsa di tanti innocenti uccisi e gettati nel fiume durante la guerra del ‘95. Nel giro di pochi minuti è iniziata in pieno giorno una sparatoria e che ha causato la morte di tanti militari e civili che si trovavano nei pressi dell’abitazione del colonnello, poi l’uomo è stato arrestato.

Io mi trovavo per strada con Padre Adolfo, rientrare a casa è stata un’impresa, fiumi di persone erano riverse per le strade di Brazzaville chi a piedi chi in macchina ma, grazie a Dio, ci siamo salvati. Resta la tristezza e la rabbia di aver ancora perso tanta gente per questioni prettamente politiche. Tuttora i militari ricercano i seguaci del colonnello TSOUROU che minacciano ancora di liberare il loro capo.

Anche a Kinshasa le cose non si mettono bene e anche lì alcuni ribelli rwandesi minacciano il potere in quanto vogliono appropriarsi di una parte del territorio della Repubblica Democratica del Congo.

Purtroppo si vive davvero per grazia di DIO e tutti speriamo e preghiamo che non torni più la guerra in CONGO.

La gente è stanca del loro Presidente che non fa nulla e che crea solo tante vittime e tanto dolore. Tutto è ancora da decidere e il 2016 sarà l’anno decisivo. Siamo nelle mani di Dio!


Per ora credo sia davvero tutto.

Ringrazio ancora una volta tutti voi, il Presidente, tutto il Consiglio, i tanti amici e benefattori per tutto quello che fate per questi Nostri Bambini...


E non dimenticate mai che per ogni piccola azione fatta in favore degli AMATI DA DIO, vi sarà restituito 1000 volte di più in Benedizioni e ogni Bene


VI AUGURO UN FELICE 2014 CON LA SPERANZA CHE SIA UN ANNO MIGLIORE PER TUTTO IL MONDO E CHE DAVVERO DIO POSSA FAR RINASCERE NEI CUORI DEGLI UOMINI IL DESIDERIO DI AMARSI IN SEMPLICITA’ SENZA GUERRE.



I BAMBINI DEL MONDO CERCANO DI VIVERE SERENI, NOI GRANDI CERCHIAMO DI COSTRUIRE LORO UN MONDO D’AMORE E PACE



Vi abbraccio forte io e i vi abbracciano i nostri tanti bambini.



mg